Al'IIS "A.Panzini" di Senigallia il Premio Gelato Giovani 2019

4 tags Eventi Gelato artigianale Formazione Italia

Il vincitore della II edizione del Premio Gelato Giovani è Luca Marcantognini dell’IIS “A. Panzini” di Senigallia. A lui va un corso one on one alla Carpigiani Gelato University, oltre alla coppa conferita da Pièce e a libri di Chiriotti Editori, al suo insegnante, un seminario offerto da IFSE; alla sua scuola, una macchina Carpigiani in comodato d’uso gratuito per un anno, oltre a consistenti buoni acquisto, fornitura di prodotti e possibilità di visita didattica offerti dalle aziende e libri Chiriotti per la biblioteca della scuola. Al secondo posto Marica Barrale dell’Ipsseoa “R. Piazza” di Palermo. Vince uno stage presso IFSE, oltre alla coppa e a un manuale Chiriotti. La sua scuola riceverà un abbattitore Fresco Irinox oltre a buoni acquisto e visite didattiche alle aziende. Terzo posto per Claudio Chiesa dell’Ipssar “Colombatto” di Torino, che avrà uno stage presso il laboratorio del M° Alessandro Racca, oltre a coppa e libro. Alla scuola andrà una stampante per dolci Pasticcina offerta da Lesepidado, oltre a prodotti e buoni acquisto. 

La competenza assoluta di Luca Bernardini e Alessandro Racca nel padroneggiare la difficilissima arte del semifreddo; la maestria di Antonio Capuano e Carmela Moffa nella decorazione all’italiana e quel potere di far sembrare tutto semplice che solo i grandi posseggono; l’effetto tra lo spaziale e lo stregonesco del gelato all’azoto secondo Alberto Marchetti e Roberto Lobrano... Impossibile scegliere il migliore dei Tre atti a quattro mani che hanno concluso la seconda edizione del Premio Gelato Giovani, ideato e organizzato dall’Associazione Pièce e che si è svolto a Torino, presso l’Istituto Alberghiero “Colombatto”, il 25 e 26 marzo. La masterclass è stata il momento conclusivo e culminante di due giorni intensi ed esaltanti in cui l’Associazione Pièce ha voluto porsi al fianco della formazione scolastica, offrendo a docenti e allievi opportunità di confronto e apprendimento. Il Premio, la cui direzione tecnica era affidata ad Alberto Marchetti e Alessandro Racca e che poteva contare su una giuria stellare composta da professionisti prestigiosi come Luca Bernardini e Gianfrancesco Cutelli e da ben tre campioni del mondo - Antonio Capuano, Carmela Moffa e Filippo Novelli - ha visto confrontarsi undici ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia in un concorso in cui la partecipazione individuale è in realtà il risultato di un lavoro collettivo di elaborazione e preparazione che coinvolge l’intera classe. 

L'organizzazione del Premio – che ha avuto la presidenza onoraria di Alfio Tarateta, padre nobile della gelateria italiana, e il patrocinio di Ampi, FIC e Coppa del Mondo del Gelato - è stata possibile grazie al sostegno di aziende e organizzazioni che condividono la visione di Pièce. Questa edizione del Premio Gelato Giovani ha potuto contare sul supporto di Carpigiani, Friesland Campina-Debic, Icam Linea Professionale, Fructital, Silikomart Professional, Eurovo, Cove, Irinox, Agugiaro&Figna, Magnoberta, Lesepidado, Bragard, Ifse, Clabo, Coldiretti Torino, Torrefazione Dubbini, Perino Vesco, Paperlynen Pal Caps, Smat Torino, Pralormo Design, Cà di Tulin, Centro Studi Pro2Mari, Bogana Group, Quattrer Arredamenti, Taurinense Design&Communications